Crema pasticcera - la cucina pugliese

Crema pasticcera

Una delle creme basi della pasticceria è la Crema Pasticcera!

La Crema pasticcera (o crema pasticciera o comunemente abbreviato in crema), è una delle preparazioni di base dolci più diffusa in pasticceria per farcire torte, crostate (di pasta frolla, di pasta sfoglia, di pan di spagna ecc…) e di specialità della piccola e media pasticceria (bigné, cannoncini… ).

E’ ottima anche servita al cucchiaio (budini)!

Si tratta di una crema cotta a base di tuorlo d’uovo, latte, zucchero semolato, farina di frumento tipo 00 e aromi.

Ne esistono molte varianti: la crema diplomatica, che si ottiene amalgamando panna montata; la crema al limone, profumata con una scorza di agrume, la crema alla vaniglia, aromatizzata con vaniglia (o in alternativa con vanillina); crema inglese (come la pasticcera ma senza farina o altri addensanti) e, infine, la crema al cacao.

Per questo è una preparazione molto versatile: basterà modificare appena le dosi di alcuni ingredienti per ottenere consistenze diverse e appropriate all’uso che ne farete! 

La preparazione è molto semplice e veloce e il risultato è davvero sorprendente, come in pasticceria!

Di seguito la ricetta originale della Crema pasticcera! 🙂

˙·٠•●♥ Ƹ̵̡Ӝ̵̨̄Ʒ ♥●•٠·˙

❁ RICETTA ❁

INGREDIENTI:

 400 ml latte;

4 tuorli d’uovo;

 100 gr di zucchero;

40 gr di farina 00 per dolci;

 vaniglia o buccia di limone grattugiata

PREPARAZIONE:

 In una casseruola scaldare il latte (senza bruciarlo né farlo bollire) con l’aroma scelto;

 In una ciotola lavorate i tuorli con lo zucchero, usando il cucchiaio di legno. Aggiungete a poco a poco la farina, senza smettere di mescolare finché il composto risulta amalgamato.

➨ A fuoco lento, versate poco per volta, e sempre girando, il composto ottenuto nel latte. 

Mescolare continuamente con il frustino fino al raggiungimento della consistenza ideale.

 A volte è necessario utilizzare la crema pasticcera ancora calda, mentre per altre preparazioni (ad es. quelle che prevedono l’utilizzo di una tasca da pasticceria) è possibile lasciarla raffreddare (in tal caso, proteggere la superficie della preparazione appoggiando della pellicola o della carta da forno per evitare che si disidrati)

N.B: Esistono tante varianti di crema pasticcera quante sono le persone che la preparano; le modifiche più diffuse sono: l’utilizzo di latte vegetale (ad es. di soia) in sostituzione al latte vaccino, l’utilizzo di maizena o farina di riso o fecola di patate in sostituzione alla farina di frumento, l’utilizzo di fruttosio al posto del saccarosio ecc….in ogni modo..è sempre unica e buonissima! 🙂

  • Per la versione più leggera e CON UN UOVO… la ricetta potete trovarla qui

Vota la ricetta

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*