Murici di mare - la cucina pugliese--

Murici di mare (molluschi di mare)

I Murici di mare, il cui nome scientifico è Bolinus brandaris, sono dei molluschi gasteropodi appartenenti alla famiglia dei Muricidae.
Sono noti con nomi diversi a seconda della località di provenienza.
In Puglia sono chiamati Còccioli, Cuzzìuli o Cuècciuli

Sono dei piccoli frutti di mare (grandi circa 6-8 cm) con guscio pungiforme, diffusi un pò ovunque sui fondali sabbiosi lungo le coste ioniche.

Murici
Murici

La tradizione racconta che i Romani ricavavano da questi animali la porpora, colorante naturale, con la quale dipingevano le tuniche delle figure più importanti della società.
A differenza degli altri frutti di mare i Murici non si nutrono filtrando l’acqua, ma di altri molluschi, infatti perforano le conchiglie, iniettano del veleno e mangiano.
I Murici, comunque, non sono molto pregiati, infatti costano molto poco e facilmente possiamo pescarli da soli. (Nonostante siano di facile reperibilità e basso costo, essi infatti sono davvero saporiti)
I pescatori più che altro si ritrovano a venderli perchè restano impigliati nelle maglie delle reti.

Murice
Murice

PROPRIETA’ NUTRITIVE:

Offrono un elevato contenuto di sali minerali, per esempio potassio, sodio ferro, calcio e iodio.
Sono ricchi di proteine, circa 26 gr per ogni etto, di vitamine del gruppo A e del gruppo B.
In più hanno il vantaggio di contenere pochissimi grassi.

IN CUCINA:

In cucina vengono gustati prevalentemente lessi, in insalata oppure anche crudi, da chi non disdegna il loro gusto “piccantino”.
In alcune località pugliesi vengono utilizzati anche per preparare dei gustosi primi piatti.

Vota la ricetta

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*