Troccoli pugliesi - la cucina pugliese-

Troccoli pugliesi

Una specialità di pasta fatta in casa tipica della Puglia sono i Troccoli!

I Troccoli sono un particolare formato di pasta, realizzato con un antico strumento da cucina: il troccolaturo, una sorta di mattarello munito di lame circolari impiegato per lavorare la pasta fatta in casa. 

troccolaturo - la cucina pugliese
troccolaturo – la cucina pugliese

Questo prodotto tipico pugliese prende il nome proprio da questo strumento!

L’esistenza di questo strumento sarebbe stata già documentata dalle celebri tavole di Bartolomeo Scappi con il termine ferro da maccaroni.

Inizialmente era di ferro, pesante da utilizzare, ma più preciso nel taglio dell’impasto. Successivamente si è trasformato nell’oggetto di legno conosciuto oggi, meno tagliente, ma certamente più economico.

I primi mattarelli venivano realizzati con un legno molto dure per facilitare il taglio. Oggi, invece, il legno utilizzato è più neutro e tenero, come quello di faggio per esempio.

In Puglia questo strumento si chiama “torcolo” o “troccolo” dal latino “torculum”.

I Troccoli pugliesi - la cucina pugliese
I Troccoli pugliesi – la cucina pugliese

La produzione dei troccoli avviene principalmente in Pugliain provincia di Foggia, ma anche in Lazio, Abruzzo e Basilicata.

Sono simili agli spaghetti, ma sono più spessi e ruvidi, con una forma che è una via di mezzo tra il tondo e il quadrato.

La freschezza e l’umidità di questo formato di pasta rendono questo genere di pasta ideale per un condimento corposo con sughi importanti che si amalgamano perfettamente: si possono abbinare con dei sughi robusti a base di carne, ma sono molto buoni anche con quelli a base di pesce.

Vediamo allora come prepararla in casa! 🙂

˙·٠•●♥ Ƹ̵̡Ӝ̵̨̄Ʒ ♥●•٠·˙

❁ RICETTA ❁

INGREDIENTI:

 300 gr di farina di semola di grano duro;

 100 gr farina 0;

 200 ml di acqua tiepida;

1 uovo;

un pizzico di sale.

PREPARAZIONE:

 Disporre le due farine a fontana su una spianatoia, aggiungere l’uovo al centro ed iniziare ad amalgamare bene il tutto.

 Aggiungere, poco alla volta, l’acqua tiepida. Impastare per una decina di minuti fino ad ottenere un composto liscio, omogeneo e compatto.

 Formare una palla ed avvolgerla nella pellicola trasparente. Fare riposare in frigo per un oretta.

Trascorso il tempo di riposo, stendere la pasta in modo da ottenere una sfoglia da 3/4 millimetri di spessore e, aiutandovi con il mattarello (troccolaturo), formate i Troccoli. 

 Disporre i troccoli su un vassoio di cartone e ricoprire con un canovaccio. Si consiglia di far seccare per un paio d’ore prima di cuocere per far acquisire maggior consistenza in cottura.

Vota la ricetta

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*