Fichi secchi con le mandorle - la cucina pugliese--

Fichi secchi con le mandorle

I Fichi secchi con le mandorle (in dialetto chiamate “Fiche cu lle mennule" o “ Ccucchiate“), sono una specialità gastronomica tutta pugliese.

Sono una pietanza semplice e gustosa che consiste nell’utilizzo di fichi fatti essiccare al sole che dovranno restarci per una decina di giorni. (dovendo stare all’aperto vi consiglio di coprirli con un tessuto simile alla garza, per evitare che vengano a contatto con polvere o insetti) e, una volta essiccati, saranno pronti per essere farciti con un ripieno profumato e croccante, a base di spezie e mandorle.

Si preparano durante la fine dell’estate e, grazie a questa antica arte, si conservano i frutti estivi per gustarli durante l’inverno.

Anticamente tutte le famiglie si adoperavano per prepararli, era una festa che coinvolgeva anche i più piccoli. Sulle terrazze delle case si potevano vedere i “cannizzi” (grate di canne) pieni di fichi lasciati essiccare al sole…e, una volta preparati e conservati, i fichi secchi venivano consumati in campagna durante le “marenne" (merende); i genitori li davano ai bambini prima d’andare a scuola.

Oggi vi lascio qui la ricetta e la preparazione…è un procedimento lento che richiede molta cura perché i fichi non si ammuffiscano o induriscano troppo.

Non importa quanto tempo ci vuole, perché il risultato ci ricompenserà di tutto il lavoro.

Nelle sere d’inverno quando li mangeremo, magari davanti al camino acceso, sarà un piacere gustarli, credetemi perchè è un dolce delicato, dal cuore croccante di mandorle tostate aromatizzato con cannella e buccia di limone, e insaporiti dai raggi di sole di agosto!

INGREDIENTI

  • 1 kg di fichi;
  • 150 gr di mandorle;
  • q.b foglie di alloro;
  • scorza di due limoni;
  • q.b cannella.

PREPARAZIONE

  1. Lavate i fichi (sodi, maturi e sani) ed asciugarli con cura lasciando la buccia.
  2. Adesso tagliateli a metà e disponeteli su un tavolo con la parte del taglio rivolta verso l’alto. Dovranno rimanerci per circa 10 giorni: L’ideale sarebbe ricoprirli con un velo di cotone traforato, tipo zanzariera per proteggerli dagli insetti.
  3. Ogni tanto (anche una volta al giorno) girate il verso dei fichi.
    La notte, portateli in casa per evitare che prendano troppa umidità. Regolatevi sui giorni di essiccazione perché dipende dal quanto forte sia il sole e quanto sia ventilato.
  4. Al termine del tempo necessario farcite ognuno di essi con una mandorla tostata, della scorza di limone grattuggiata e la cannella.
  5. Chiudeteli bene manipolandoli con le mani e cuoceteli in forno caldo a 180°C per 15 minuti circa in una teglia rivestita di carta da forno.
  6. Fateli raffreddare quindi conservateli all’interno di un barattolo di vetro, alternandoli con le foglie d’alloro.
  7. Fate riposare in luogo fresco ed asciutto per almeno 20 giorni prima del consumo.

Vota la ricetta

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*