Lampascioni lessi - la cucina pugliese

Lampascioni Lessi

Un piatto molto gustoso della tradizione gastronomica pugliese sono i Lampascioni lessi!

Alla maggior parte degli italiani, i lampascioni sono un ortaggio pressoché sconosciuto.

Vengono utilizzati per realizzare svariate ricette che vanno da antipasti stuzzicanti, a secondi sostanziosi e saporosi e anche primi piatti golosi e fragranti.

Hanno un sapore leggermente amaro e una consistenza carnosa e morbida.

Ma ..cosa sono?

lampascioni costituiscono da tempo immemorabile, uno degli stuzzichini tradizionali dei pugliesi e dei salentini in particolare!

Chiamati in dialetto pampagioni (noti pure con il nome di cipolla canina, cipollaccio con il fiocco o giacino dal pernacchio), è una pianta erbacea il cui nome botanico è muscari comosum.

Per la popolazione pugliese questo non è solo un semplice bulbo da ammirare nella natura, bensì si presenta proprio come cibo da intenditori.

Essi infatti sono dei veri e propri bulbi molto più piccoli delle comuni cipolle, tratti da uno spiccato sapore amarognolo.

Per quanto riguarda il loro profumo, invece, questo è dolciastro ed aromatico.

Il lampascione è ricco di sali minerali e crescono spontaneamente nei terreni incolti, ma per raggiungere la giusta dimensione e, quindi, essere raccolti e consumati, devono rimanere nella terra per 4-5 anni, ed a volte pure di più.

Ecco spiegata la ragione del loro costo così elevato, pur essendo una pianta spontanea che non necessita di una coltivazione particolare o chissà di quali cure.

Ma quali sono le loro proprietà e benefici? PER SAPERNE DI PIU’… QUI TROVERETE L’ARTICOLO CHE PARLA DEI LAMPASCIONI! 🙂

˙·٠•●♥ Ƹ̵̡Ӝ̵̨̄Ʒ ♥●•٠·˙

Si possono gustare in tantissime varianti, ad esempio fritti, o sotto forma di frittelleal fornosott’olio e lessi.
Il modo più semplice per cucinarli è appunto lessandoli.

Ecco qui la ricetta! 🙂

PER 4 PERSONE

INGREDIENTI

  • 500 gr lampascioni;
  • olio extravergine d’oliva;
  • q.b aceto;
  • q.b sale;
  • q.b pepe.

PREPARAZIONE

  1. Al momento di utilizzarli sciacquateli bene sotto l’acqua fredda corrente.
  2. Portate a ebollizione abbondante acqua, salatela e lessatevi i lampascioni: dovranno risultare teneri ma non sfatti.
  3. Mondate i lampascioni, privateli della buccia esterna, poi metteteli ad ammollare per 12 ore, cambiando più volte l’acqua.
  4. Toglieteli con il mestolo forato, fateli scolare brevemente e conditeli con olio extravergine di oliva, sale, pepe e con qualche goccia di aceto. Servite.

Vota la ricetta

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*