Lampascioni lessi - la cucina pugliese

Lampascioni Lessi

Un piatto molto gustoso della tradizione gastronomica pugliese sono i Lampascioni lessi!

Alla maggior parte degli italiani, i lampascioni sono un ortaggio pressoché sconosciuto.

Vengono utilizzati per realizzare svariate ricette che vanno da antipasti stuzzicanti, a secondi sostanziosi e saporosi e anche primi piatti golosi e fragranti.

Hanno un sapore leggermente amaro e una consistenza carnosa e morbida.

Ma ..cosa sono?

lampascioni costituiscono da tempo immemorabile, uno degli stuzzichini tradizionali dei pugliesi e dei salentini in particolare!

Chiamati in dialetto pampagioni (noti pure con il nome di cipolla canina, cipollaccio con il fiocco o giacino dal pernacchio), è una pianta erbacea il cui nome botanico è muscari comosum.

Per la popolazione pugliese questo non è solo un semplice bulbo da ammirare nella natura, bensì si presenta proprio come cibo da intenditori.

Essi infatti sono dei veri e propri bulbi molto più piccoli delle comuni cipolle, tratti da uno spiccato sapore amarognolo.

Per quanto riguarda il loro profumo, invece, questo è dolciastro ed aromatico.

Il lampascione è ricco di sali minerali e crescono spontaneamente nei terreni incolti, ma per raggiungere la giusta dimensione e, quindi, essere raccolti e consumati, devono rimanere nella terra per 4-5 anni, ed a volte pure di più.

Ecco spiegata la ragione del loro costo così elevato, pur essendo una pianta spontanea che non necessita di una coltivazione particolare o chissà di quali cure.

Ma quali sono le loro proprietà e benefici? PER SAPERNE DI PIU’… QUI TROVERETE L’ARTICOLO CHE PARLA DEI LAMPASCIONI! 🙂

˙·٠•●♥ Ƹ̵̡Ӝ̵̨̄Ʒ ♥●•٠·˙

Si possono gustare in tantissime varianti, ad esempio fritti, o sotto forma di frittelleal fornosott’olio e lessi.
Il modo più semplice per cucinarli è appunto lessandoli.

Vi lascio la ricetta!

PER 4 PERSONE

INGREDIENTI

  • 500 gr lampascioni;
  • olio extravergine d’oliva;
  • q.b aceto;
  • q.b sale;
  • q.b pepe.

PREPARAZIONE

  1. Pulite i lampascioni eliminando tutto il terriccio, asportate la punta ed eliminate la guaina che li ricopre, eliminando anche la radice..
  2. Per eliminare il gusto amaro si consiglia di lasciarli per una notte intera in acqua fresca e risciacquarli il giorno dopo.
  3. Portate a ebollizione abbondante acqua, salatela e lessatevi i lampascioni: dovranno risultare teneri ma non sfatti.
  4. Mettete sul fuoco una pentola e portatela a bollore. Salate e tuffateci i lampascioni e cuoceteli fino a che non saranno cotti, per circa 20 minuti.
  5. Una volta pronti, fateli scolare brevemente e conditeli con olio extravergine di oliva, sale, pepe e con qualche goccia di aceto. Poi servite!
Vota la ricetta

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*