Ostie ripiene - la cucina pugliese--

Ostie ripiene

Un dolce tipico della tradizione pugliese sono le Ostie ripiene!

Le Ostie ripiene sono un dolce tipico del Comune di Monte Sant' Angelo (FG).

Conosciute in dialetto pugliese come “ostie chjène“, sono composte da due cialde ovali di ostia farcite con un ripieno di mandorle tostate, caramellate con zucchero e miele. Inoltre, un pizzico di cannella dona quel tocco speziato particolare alla preparazione.

La tradizione pugliese narra che questo dolce tipico sia nato per caso, nel 1600, durante la preparazione delle ostie sacre, proprio nel convento delle monache Clarisse di Monte Sant'Angelo, all'interno di un famoso monastero dedicato all'Arcangelo Michele.

Si racconta che mentre alcune monache preparavano l’impasto per le ostie della Comunione, poche mandorle caddero in una ciotola di miele caldo. Per raccoglierle vennero impiegate proprio due pezzi di ostia.

Le mandorle, ricoperte di miele, si attaccarono immediatamente all’ostia, formando un unico composto.

Nacquero così le Ostie ripiene: delizioso croccante, costituito da ingredienti semplici e ricchi di sapore.

Inserite nell’elenco nazionale dei Prodotti agroalimentari tradizionali, rientrano nell’elenco dei prodotti a marchio STG (Specialità Tradizionali Garantite) redatto dal Ministero delle Politiche Alimentari e Forestali.

Vi lascio la ricetta!

INGREDIENTI

  • 1 kg di farina;
  • 1 kg di mandorle tostate;
  • 150 gr di zucchero;
  • 1 kg di miele;
  • q.b cannella in polvere.

PREPARAZIONE

  1. Per preparare le Ostie ripiene mescolare acqua e farina al fine di ottenere una pastella, quindi con l'apposito attrezzo arroventato sul fuoco ricavarne delle cialde di forma ovoidale lunghe circa 15 cm. e larghe 7cm.
  2. In un altro tegame versare il miele, lo zucchero e le mandorle tostate: far sciogliere a fuoco lento il tutto e continuare a mescolare fino a che le mandorle saranno ricoperte da questo denso sciroppo.
  3. Aggiungere la cannella, mescolare ancora per pochi secondi e spegnere il fuoco.
  4. Su un piano di marmo o di legno, posizionare il primo strato del dolce, ovvero la metà di tutte le ostie preparate; stendere su ognuna il ripieno ancora caldo di mandorle caramellate e coprire con l’altra metà delle ostie.
  5. Per fare in modo che le ostie si incollino al ripieno rimanendo dritte, poggiare sui dolci una tavoletta di legno con dei pesi e lasciare raffreddare.

Vota la ricetta

9 Comments

  1. Ma sai che non conoscevo questo dolce tipico pugliese? Ma mi hai fatto ingolosire voglio provarlo anch’io ^^

     
  2. Cecilia Murolo

    come si dice paese che vai usanza che trovi anche se pugliese ma sono un po’ distante da te non conoscevo questa ricetta mi piaceŕebbe assaggiarls.

     
  3. mary pacileo

    un dolce tipico che non conoscevo, deve essere buono oltre che bello

     
  4. Kiki Tales

    Non ne ho mai sentito parlare! 😀 Pazzesco! Mi piacerebbe provarlo.

     
  5. Giusy Loporcaro

    Che ricordo queste ostie ripiene! Le mangiavo da piccola quando andavo a trovare mia nonna a Foggia. Ora sono tanti anni che non le assaggio.

     
  6. L’ho assaggiato tantissimi anni fa ma non ho mai provato a farle.
    Provo a guardare su Amazon se trovo l’attrezzo 🙂

     
  7. Particolari davvero, così preparate non le avevo mai viste. Tra l’altro anche molto bello da vedere come piatto =)

     
  8. ogi volta che passo sul tuo blog rimango colpita molto piacevolmente dalla tua bravura….. complimenti di cuore per questo dolce spettacolare

     
  9. Dalla foto le avevo scambiate per castagne … Invece erano mandorle !! Questo dolce deve essere squisito, mi piacerebbe davvero tanto provare questa specialità

     

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*