Spaghetti con Pomodori scattarisciati - la cucina pugliese

Spaghetti con Pomodori scattarisciati

Nella tradizione salentina gli Spaghetti con Pomodori scattarisciati (pomodori soffritti) sono una prelibatezza che affonda le origini nella cultura della cucina contadina!

Questi pomodorini “scoppiati" son così chiamati perchè il termine scattarisciati si riferisce alla cottura: “scattarisciare” vuol dire scoppiettare in padella, ovvero friggere in olio bollente; il risultato è un piatto semplice ma molto saporito!

˙·٠•●♥ Ƹ̵̡Ӝ̵̨̄Ʒ ♥●•٠·˙

Per questa ricetta è consigliabile utilizzare pomodorini pachino o pomodori appesi al filo, purché siano maturi.
Utilizzando pomodori interi e integri, questi scoppieranno durante la cottura, quindi utilizzare un coperchio.

˙·٠•●♥ Ƹ̵̡Ӝ̵̨̄Ʒ ♥●•٠·˙

I pomodori scoppiando in padella si spaccano rompendo la buccia esaltando così il loro sapore e sprigionano il sughetto che è la parte migliore.

Possono essere usati come condimento per la pasta (sono ottimi da usare gli spaghetti) oppure, con il sughetto ottenuto, condire il pane casereccio abbrustolito, altrimenti per condire le “friselle" pugliesi!

Vi lascio la ricetta!

FRISELLA CON POMODORI SCATTARISCIATI

PER 4 PERSONE

INGREDIENTI

  • 320 gr spaghetti;
  • 500 gr pomodori pugliesi maturi (pachino, appesi o ciliegini);
  • q.b olio extravergine d’oliva;
  • 1 spicchio di aglio;
  • q.b sale;
  • peperoncino.

PREPARAZIONE

  1. Lavare ed asciugare perfettamente i pomodori. Non andranno tagliati perchè a cottura ultimata scoppieranno da soli nell’olio caldo (da qui deriva il nome di scattarisciati).
  2. In una padella dal fondo spesso versare l’ olio evo ed aromatizzare con uno spicchio di aglio. Far raggiungere la temperatura ad un passo dal punto fumo.
  3. Si versano quindi dentro i pomodorini e chiudere subito col coperchio. A questo punto sentirete i pomodori “scattarisciare" (scoppiettare) e scuotendo la padella, senza aprire, lasciare ammorbidire per tre/quattro minuti.
  4. Quando non sentirete più scoppiettare i pomodorini schiacciateli con una forchetta, aggiungere il peperoncino e salare e continuare la cottura ancora per qualche minuto.
  5. Quando la cottura dei pomodorini risulta al punto giusto, togliere l aglio (se non lo gradite) e se non vi piacciono le bucce potete toglierle col passaverdure altrimenti lasciate tutto com’è.
  6. Ora ci possiamo condire un bel piatto di pasta o una bella frisella e per chi lo gradisse, una bella grattugiata di formaggio ricotta per completare.
Vota la ricetta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*