Farrata di carnevale - la cucina pugliese--

Farrata di Carnevale di Manfredonia

Una pietanza tipica pugliese di Carnevale è la Farrata!

La Farrata è una pietanza tradizionale della città di Manfredonia, cittadina del Gargano in provincia di Foggia.

E’ così chiamata perchè composta prevalentemente di grano o di farro.

Altri ingredienti sono la ricotta di pecora, la maggiorana, sale, pepe e cannella. Tutto ciò costituisce il ripieno di questo rustico dalla forma tondeggiante.

Le origini di questa pietanza si fanno risalire all’antica Roma.

La cottura tradizionalmente la si faceva negli antichi forni a legna.

La fragranza dell’impasto, contenuto nella sfoglia, che s’indora, è unica nel suo inconfondibile sapore.

Appena sfornate, calde e croccanti, facevano durante i giorni di carnevale il giro delle strade e dei cortili, attraverso le grida di ragazzi incappottati già dalle cinque del mattino.

Ne è testimonianza una delle tante riuscitissime canzoni in vernacolo del poeta Michele Racioppa “A farrète”.

I canti dei monelli, intenti a vendere, svegliavano festosamente i Sipontini, le donne si affacciavano dai sottani a comprare, per mangiarle appena sfornate e tenute calde.

CONSIGLI:
La Farrata si conserva bene per alcuni giorni e può fungere anche come piatto unico essendo molto sostanziosa, proteica e ricca di carboidrati.

PER 12 FARRATE:

INGREDIENTI

PER LA SFOGLIA:

  • 1 kg di farina;
  • q.b sale;
  • 2 bicchieri di acqua.

PER IL RIPIENO:

  • 1 kg di grano duro o farro cotto o precotto;
  • 1 kg di ricotta fresca di pecora;
  • 2 mazzetti di menta maggiorana fresca o secca;
  • q.b pepe;
  • q.b sale;
  • q.b cannella;
  • 2 tuorli d’uovo.

PREPARAZIONE

  1. Ponete in un capiente recipiente la ricotta, il grano e la maggiorana che avrete precedentemente pulito dai ramoscelli.
    Aggiungete quindi del pepe e la cannella e procedete a mescolare affinché il composto risulti uniforme.
    Lasciate quindi riposare per circa 30 minuti.
  2. Nel frattempo preparare la sfoglia:
    bisogna impastare la farina aggiungendo lentamente l’acqua e il sale.
  3. Amalgamate fino ad ottenere un impasto non eccessivamente morbido.
    Successivamente, stendere la pasta e preparare delle sfoglie non più spesse di 2mm.
  4. Con un rullo da taglio procedete a creare dei rondelli con la pasta sfoglia.
    Le forme che avrete ottenuto dovranno essere usate a coppie, una per il fondo e una per coprire il ripieno.
  5. Dopodiché bisogna prendere una sfoglia rotonda per poi riempirla con due cucchiai dell’impasto ottenuto e poi coprirla con un’altra sfoglia.
  6. La pasta poi verrà chiusa verso l’interno e poi cosparsa sulla parte superiore di tuorlo affinché colori di rosso.
  7. Prima di infornare bisogna bucare con una forchetta l’impasto in modo da evitare delle bolle d’aria. Poi infornare a 180°.
Vota la ricetta

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*