Confettura di fichi - la cucina pugliese

Confettura di fichi

Una delle prime conserve che ci divertiremo a preparare, in Puglia, in vista di autunno e inverno è la Confettura di fichi!

La Confettura di fichi è una delle confetture più nutrienti tra quelle preparate con la frutta.

Si presenta dolce, aromatica, di ottimale consistenza e, al palato, esprime un gradevole contrasto tra la morbidezza e la croccantezza degli acheni, ovvero i piccoli granellini presenti nel frutto.

E’ ottima per una dolce colazione, perfetta su una fetta di pane tostato o per farcire crostate. Inoltre è deliziosa anche come accompagnamento a formaggi stagionati per un aperitivo o un contorno.

Farla in casa è piuttosto semplice: un po’ di zucchero, un limone, fichi (ovviamente), e un piacevole profumo che si spande per la cucina! 🙂

Vi lascio la ricetta!

NOTA BENE:
Prima di procedere alla preparazione della Confettura di fichi...è importante sanificare i vasetti e i tappi che serviranno per contenere la confettura di fichi. Come si fa?  «Lavate i barattoli e metteteli all’interno di una pentola dai bordi alti. Disponete un canavaccio tra i barattoli in modo che non battano tra loro durante la cottura. Riempite il tegame d’acqua fino all’orlo e portate a bollore a fuoco basso per circa 20 minuti. Inserite i tappi dei vasetti e fate bollire per altri 10 minuti. Spegnete il fuoco e lasciateli raffreddare e, quando l’acqua sarà fredda, prendete i vasetti e asciugateli per bene.»
CONSERVAZIONE:
La Confettura di fichi si conserva per circa 3 mesi, purché il sottovuoto sia avvenuto correttamente e i barattoli siano conservati in un luogo fresco e asciutto, al riparo da fonti di luce e calore. Si consiglia di attendere almeno 2-3 settimane prima di consumare la confettura. Una volta aperto ogni barattolo, conservare in frigorifero e consumare nel giro di 3-4 giorni al massimo.

INGREDIENTI

  • 1.2 kg di fichi;
  • 500 gr di zucchero;
  • 1 limone (buccia + 60 ml di succo);
  • 80 ml acqua.

PREPARAZIONE

  1. Per prima cosa pulite, lavate e eliminante i peduncoli e la buccia dei fichi.
  2. Tagliateli in quarti e metteteli da parte.
  3. Prendete un limone e sbucciatelo con un pelapatate tenendo la buccia da parte. Tagliatelo a metà ed estraetene il succo tenendolo sempre da parte.
  4. Ora versate i fichi in una casseruola insieme all’ acqua.
  5. Mettete lo zucchero e la buccia di limone con il succo. Scaldate il tutto eliminando la schiuma con una schiumarola, per ottenere una marmellata lucida.
  6. Continuate a mescolare in modo da non far attaccare il composto.
  7. Quando quest’ultimo avrà raggiunto la temperatura di 104°C, spegnete il fuoco e lasciatelo raffreddare un po’. La pellicina che si sarà formata in superficie, dev’essere mescolata con la confettura. 
  8. Dopo questo passaggio, versatela nei vasetti (precedentemente sanificati) con un imbuto da confettura e lasciate 1 cm dal bordo.
  9. Avvitate bene i tappi, ma non troppo. Con il calore della confettura si formerà il sottovuoto che permette la sua conservazione a lungo.

Vota la ricetta

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*