Orecchiette con cavolfiore - lacucinapugliese-

Orecchiette con cavolfiore

Una ricetta tipica della cucina pugliese sono le Orecchiette con cavolfiore!

Le Orecchiette con cavolfiore sono un primo piatto gustoso, con ingredienti saporiti e genuini.

Questa ricetta è la variante delle mitiche “Orecchiette alle cime di rapa“.

La preparazione è molto semplice e veloce, ma soprattutto è un piatto economico, che appunto fa parte della tradizione contadina pugliese.
Inoltre è un piatto ottimo per la salute perchè è un piatto si consuma uno dei principi della tavola autunnale/invernale: il cavolfiore!

Il cavolfiore è una verdura poco apprezzata per l’odore non proprio piacevole che emana in cottura, ma è un concentrato di proprietà e benefici!
E’ un alimento ricco di potassio, fosforo, calcio e vitamine.

Possiede proprietà depurative, rinfrescanti, tossifughe e diuretiche.

Tutti conosciamo le più famose Orecchiette alle cime di rapa (piatto simbolo della tradizione gastronomica regionale) ma anche questa versione non è da trascurare. Un modo per rispolverare la tradizione e rendere, perciò, questo piatto ancora più stuzzicante!
Vi lascio la ricetta!

PER 4 PERSONE:

INGREDIENTI

  • 320 gr orecchiette;
  • 1 cavolfiore;
  • 2 spicchi di aglio;
  • olio extravergine d’oliva;
  • 3-4 filetti di acciuga sott’olio;
  • 1 peperoncino;
  • q.b sale.

PREPARAZIONE

  1. Pulite il cavolfiore, privandolo delle foglie esterne e tagliatelo in piccole cimette.
  2. Cuocetelo in abbondante acqua salata, messa a bollire precedentemente, per circa dieci minuti.
  3. Trascorsi i minuti, calate la pasta nella stessa pentola del cavolfiore e cuocete insieme la verdura e la pasta.
  4. Nel frattempo, in una padella capiente, fate imbiondire gli spicchi d’aglio con l’olio evo e peperoncino, poi aggiungete i filetti di acciuga a pezzettini. Fate insaporire il tutto.
  5. Scolate la pasta al dente insieme al cavolfiore e saltate il tutto nella padella con il condimento preparato.
  6. Amalgamate bene, poi servite caldo!
Vota la ricetta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*